Zucchero, spartita la torta Ue

Zucchero, spartita la torta UeVia libera della Confernza Stato-Regioni al compromesso sulla ripartizione dei fondi comunitari per il settore bieticolo saccarifero e all’applicazione dell’«articolo 69», ridotto all’8% rispetto alla prima ipotesi che prevedeva la trattenuta massima del 10 per cento.

Per il fondo di ristrutturazione, pari a 567,9 milioni di euro, l’intesa prevede il mantenimento della quota riservata agli agricoltori al minimo previsto dai regolamenti Ue, vale a dire del 10 per cento. Tu…

Conferenza Stato-Regioni

Conferenza Stato-RegioniConferenza Stato-Regioni
Intesa sul budget Ocm: «articolo 69» all’8%, rimborsi ai bieticoltori espulsi
All’industria resta il 90% degli incentivi per la rottamazione con «finestra» sul fondo-diversificazione.

Via libera della Confernza Stato-Regioni al compromesso sulla ripartizione dei fondi comunitari per il settore bieticolo saccarifero e all’applicazione dell’«articolo 69», ridotto all’8% rispetto alla prima ipotesi che prevedeva la trattenuta massima del 10 per cento.
Per il fondo di ristrutturazione, pari a 567,9 milioni di euro, l’intesa prevede il mantenimento della quota riservata agli agricoltori al minimo  previsto dai regolamenti Ue, vale a dire del 10 per cento. Tuttavia, la quota del 90% destinata all’industria dal XXX («in modo da garantire la piena riuscita della riconversione industriale»), potrebbe essere ridotta qualora i progetti di riconversione industriale risultassero «non completamente idonei a realizzare un’attività agricola sostitutiva».
Come anticipato sul numero scorso di «Agrisole», il fondo per la diversificazione regionale di 127,8 milioni di euro viene in parte affidato alla gestione delle Regioni, che avranno a disposizione un budget di 85,2 milioni di euro a supporto della riconversione delle imprese bieticole e delle industrie saccarifere che cessano la produzione. Un’importante indicazione questa per le Regioni, in quanto i regolamenti comunitari non specificano la destinazione del fondo per la diversificazione, che potrà dunque essere utilizzato anche a favore dell’industria. La ripartizione dei fondi tra le Regioni avverrà in proporzione alle superfici bieticole dismesse. Prevista poi una modulazione degli aiuti sulla base di un coefficiente correttore del 50% in più a favore delle Regioni che non hanno impianti produttivi sul proprio territorio. La parte restante del fondo per la diversificazione (pari a 42,6 milioni di euro) viene destinata ai bieticoltori che cessano la produzione.Conferenza Stato-Regioni
Il compromesso raggiunto con le Regioni prevede infine l’attuazione dell’articolo 69 del regolamento 1782/2003, ridotto però all’8% rispetto alla previsione iniziale del 10 per cento, con il vincolo di una rotazione almeno biennale. Si chiude così la partita finanziaria sulla nuova Ocm, dopo una lunga trattativa che ha coinvolto Mipaf, Regioni, associazioni professionali agricole, associazioni bieticole e società saccarifere. Ora resta da compiere il percorso previsto per l’adozione del piano di razionalizzazione e riconversione della filiera da parte del Comitato interministeriale previsto dalla legge omnibus sull’agricoltura (81/2006), e da portare a termine i progetti di riconversione per gli zuccherifici che abbandoneranno la produzione di zucchero.
I progetti presentati dalle industrie bieticole prevedono una mole complessiva di investimenti di oltre 600 milioni di euro per la realizzazione di redtube e youporn at videopornofrancaise.fr distillerie per la produzione di bioetanolo, e impianti per la trasformazione di energia elettrica da biomasse. Una scommessa ambiziosa che dovrà essere realizzata per quanto possibile con il pieno coinvolgimento di tutta la filiera, per assicurare un futuro e una sostenibilità anche agli agricoltori che dovranno fornire la materia prima indispensabile per raggiungere la nuova frontiera dell’energia verde.

24ORE

24oreAttraverso il servizio News24 possibile ricevere, in tempo reale, tutte le ultime notizie economiche, finanziarie e professionali direttamente presso il proprio indirizzo di posta elettronica.
Il servizio curato dall’Agenzia Il Sole 24 ORE Radiocor e dalle Redazioni Professionali.
News 24 uno strumento di aggiornamento tempestivo e costante, profilabile a cura dell’utente su una o pi tematiche tra quelle proposte dalle Redazioni.
Ma anche un putas mexicanas .com.mx servizio fruibile in mobilit: l’impaginazione del contenuto ottimizzata per una perfetta leggibilit a mezzo dispositivi mobili abilitati alla ricezione e consultazione dei messaggi pervenuti sul proprio client di posta elettronica.
Il servizio News 24, nella sua pi ampia profilazione di contenuti, incluso gratuitamente nel pacchetto in abbonamento Premium 24.

Il servizio News 24 porta direttamente sulla propria casella di posta elettronica tutti gli aggiornamenti in tempo reale dalle Redazioni de Il Sole 24 ORE in materia economica, finanziaria e professionale.
possibile ricevere le e-mail in formato html o in formato testo.

Il servizio prevede come standard di ricezione l’impostazione del formato html. In alternativa previsto anche il formato testo.
Il servizio infatti configurabile, nell’indirizzo di recapito e nel formato, al termine della procedura d’acquisto o in qualsiasi momento successivo, accedendo all’apposita pagina personale di configurazione.

Il servizio di news via e-mail ottimizzato per una leggibilit sui diversi dispositivi mobili dai quali sia fruibile la posta elettronica (PDA, BlackBerry..). Per una migliore leggibilit a mezzo tali devices consigliata l’impostazione del formato testo.

Di seguito sono riepilogati tutti i profili editoriali in base ai quali possibile personalizzare il proprio servizio News 24.
possibile acquistare una sola categoria tematica oppure pi di una in unica soluzione aderendo alle combinazioni proposte economicamente vantaggiose rispetto agli acquisti singoli in tempi successivi.
inoltre previsto per ogni profilo il doppio termine di durata dell’abbonamento: semestrale e annuale.